loading...
VENERDì 13 NOVEMBRE 2015 / 22:30
CONCERTO

THE JON SPENCER BLUES EXPLOSION

Freedom Tower - No Wave Dance Party 2015 tour

Opening act: WONDER VINCENT, ELLI DE MON
After Show: CAVEARGENTO & IL LERCIO DJ set
EVENTO CANCELLATO: per motivi di salute i Jon Spencer Blues Explosion hanno cancellato il tour europeo.
Comunicheremo sui nostri canali quando sarà riprogrammato.

THE JON SPENCER BLUES EXPLOSION


New York City è una megalopoli estremamente rumorosa, molti dei suoi artisti si sono formati proprio all’ombra di quello stesso rumore. Il ritorno della Jon Spencer Blues Explosion è in pratica un morso feroce alla stessa cultura di strada della Big Apple, uno slancio vitale che prende il nome di  ‘Freedom Tower - No Wave Dance Party 2015’, un titolo che già denuncia i suoi intenti rivelando certo la fascinazione per una delle più discusse correnti del dopo-punk, ma anche per la disco mutante che ha animato le sale del Danceteria e dello Studio 54. Tutti i personaggi di serie b che hanno animato il cinema di genere e definito le frontiere culturali della grande mela sono presenti nella narrazione: lo spaccone e la bambola di fiducia, il celebre cuoco, il poliziotto corrotto, gli artisti in sofferenza, ‘the sucker MC’ (come da slang locale), le prostitute dimenticate e la cenerentola alla sua ultima occasione. Una galleria vitale fatta di ritratti radicali, gli stessi omaggiati da Spencer/Bauer/Simins. Dall’inizio alla fine il disco ha un incedere nevrotico, è cucinato nella sporcizia e bagnato nella pioggia acida. E poi quelle rime montate su groove irresistibili, che del trio sono la specialità. In tempi non sospetti la Blues Explosion aveva già flirtato con l’hip-hop, giusto in occasione di quei remix sperimentali che nel 2005 videro scendere in campo non solo Beck e Moby, ma anche i due poco raccomandabili Wu-Tang Genius e Killah Priest. Il rock’n’roll sotto le mentite spoglie del rhythm’n’blues, nei mille volti di un gruppo che da sempre si pone ai vertici stilistici dell’underground, fiero nel ribadire i suoi trascorsi garage-thrash (con i suoi Pussy Galore Spencer ha definito i contorni del noise, riportandolo al suo stato primordiale). Registrato presso i leggendari Daptone House Of Soul di Bushwick e mixato da un personaggio influente nel circuito hip-hop come Alap Momin (Dalek) in quel di Harlem, ‘Freedom Tower’ è uno dei più provocatori stati del pathos urbano. Ci sono milioni di storie nella città nuda, ma c’è una sola Blues Explosion!
La musica da protesta con cui danzare non è mai stata così ammaliante.

The Jon Spencer Blues Explosion home page 


 

ELLI DE MON


Elli de Mon è chitarre, grancassa, rullante, sonagli, suoni saturi e psichedelia indiana. Attingendo a piene mani dalla tradizione sciamanica dei lontani incantatori Bessie Smith, Fred McDowell e Son House, Elli combatte i suoi demoni con lo strumento a lei più congeniale: la musica. Un blues nuovo, fatto di slide selvaggi e contaminato da influenze punk (Elisa militava anche negli Almandino Quite Deluxe) e dalla musica indiana, grande amore di Elli. Elisa è stata l’anima folk dei Le-Li, progetto con cui l’artista vicentina ha girato nel recente passato Italia ed Europa e pubblicato 2 dischi e un ep su Garrincha Dischi. Il progetto Elli de Mon inizia nel 2012 e a marzo 2013 Elisa debutta con il 7” Elli de Mon. Fin da subito inizia a macinare concerti su concerti, tra cui un tour americano in compagnia dell’amico Phill Reynolds. Nel febbraio 2014 è uscito per CORPOC e Otis Recordings il suo primo album, dal titolo omonimo, registrato da Bruno Barcella e Alessio Lonati al TUP studio di Brescia. La tiratura in vinile è andata esaurita in soli tre mesi. Da febbraio 2014 Elli de Mon ha suonato in oltre 80 concerti, dividendo il palco con artisti come Afterhours, Brunori Sas, Reverend Beatman, the Monsters, Molly Gene onewoamanband, Big John Bates, Chuck Ragan, Larry and His Flask, Cedric Burnside. Ha partecipato a numerosi festival nazionali, come Radio Onda D'Urto, Sherwood Festival, Mojostation Blues Festival, To.t.em. Festival, Musicaw Festival, Nistoc, Salone del Libro di Torino (Radio Tre) ed internazionali con il festival blues di Lugano e il Berlin Fest. Elisa ha portato il suo album anche in tour tra Spagna, Francia, Germania e Svizzera. Nell’agosto 2014 ha registrato il nuovo album, sempre al TUP Studio di Brescia con i produttori Bruno Barcella ed Alessio Lonati, che esce per Pitshark Records, etichetta francese al lavoro con band come Radio Birdman, Motorheads, Cosmic Psychos e New Christs, mentre il disco di debutto di Elli de Mon viene ristampato dall’italiana Ammonia Records (Shandon, Peawees, Forty Winks, The Hormonauts).

Facebook / Bandcamp 


 

WONDER VINCENT

Dopo il grande successo del primo video/singolo "Spoon Rest", che in soli due mesi ha totalizzato migliaia di visualizzazioni, è andato in rotazione su Rock TV ed è arrivato alle finali di importanti festival del cinema indipendente, il 25 Settembre 2015 è uscito il nuovo e atteso disco Fiori dei Wonder Vincent. La loro storia inizia tra le montagne umbre nell’estate 2010 dall’amicizia di Andrea Tocci (voce) e Andrea Spigarelli (batteria). I due decidono poco dopo di dedicare il nome della band alla meraviglia dell’incontro con Vincenzo Sparagna (direttore di Frigidaire/Il Male) e Vincenzo Costantino (poeta bardo milanese). Dopo molti cambi di formazione il gruppo trova il suo equilibrio con l’ingresso di Luca Luciani (chitarra) e Matteo Cirella (basso). In seguito un EP autoprodotto e il primo disco, iniziano un tour  tour autogestito e autarchico in alcuni dei più importanti festival e locali italiani fino ad arrivare in Svizzera, durante il quale avvengono altri due cambi di formazione con l’ingresso di Fabrizio Scuteri prima e di Alessio Aristei poi al basso. Durante l’ultima fase del tour, il trio originale dei Wonder, inizia la stesura e la registrazione del nuovo disco, Fiori appunto. Terminati i primi e affollati 4 concerti di presentazione, il 16 Ottobre è partito il vero e proprio tour da Lucerna (Svizzera) che li porterà in alcuni importanti locali italiani ed esteri. Venerdì 13 novembre apriranno al Serendipity il concerto dei Jon Spencer Blues Explosion. 

Wonder Vincent home page 


 

TAGS